Ormai quasi tutti hanno uno smartphone, un tablet, un device. Di sicuro tutti i professionisti. Il mondo digitale è quasi equivalente al concetto di networking, della crescita delle rete di contatti. Ma quante volte vi è capitato di salvare un numero sbagliato o inserire un nome errato e trovarvi nell’imbarazzo di non essere sicuro del nome della persona che volete chiamare? I social network non sono adatti ai contatti tra i professionisti e si può cadere sempre nel pericolo di sembrare invasivi e opprimenti. Che soluzione ci può essere allora? Sempre la stessa: i biglietti da visita. Nonostante la “rivoluzione digitale” di cui sopra, li si continuano a vedere alle riunioni, ai seminari e ai workshop. Oltre ad essere una maniera elegante di presentarsi (e di non sbagliare a dare l’email) la convenienza fisica della carta non si batte. Basta fare una veloce ricerca per rendersi conto che offerta biglietti da visita è ancora uno delle maggiori proposte che le tipografie online offrono. La causa di questa tendenza non può essere altro che una domanda ancora forte da parte dei professionisti.
Come creare un buon biglietto da visita quindi?
Tieni ben in mente che questo è comunque un mezzo per comunicare qualcosa. Quando i clienti guarderanno il tuo biglietto lo assoceranno direttamente a te e quindi questo deve riflettere le tue qualità e sopratutto cosa vuoi che gli altri sappiano di te. Sei un innovatore? Sei un professionista in un campo molto specifico? Cerca di comunicarlo in maniera sintetica ma chiara.
I colori sgargianti e “shock” devono rimanere negli anni ottanta. Avrai notato che lo schema di colori più piacevole in questo periodo è uno tenue e sopratutto con al massimo tre colori, meglio due. Se non è fondamentale non mettere immagini.
Il biglietto da visita ha un formato piccolo standard rettangolare, non riempirlo con cose che non servono, lascia ampio spazio ai tuoi contatti, come l’email e il numero di telefono, perché è quello che i clienti andranno a cercare quando prenderanno in mano il tuo biglietto. Se hai un sito web è bene inserirlo, ma pondera bene se lo vorrai cambiare a breve o se è ancora in costruzione. Con queste piccole regole di sicuro il tuo biglietto da visita non sarà lasciato a prendere polvere ma ben custodito!