Numeri in crescita per l’occupazione

In Italia trend positivo anche nei primi mesi dell’anno 

Il mercato del lavoro non vanta ancora un buon grado di stabilità
Ottimo paracadute le assicurazioni sulla perdita del lavoro

Secondo i dati Istat il 2015 è stato caratterizzato dall’aumento dell’occupazione.
Per la prima volta dopo sette anni i numeri hanno messo in luce un evidente calo della disoccupazione.
“I dati positivi sono dovuti in particolar modo alla realtà del Mezzogiorno e agli uomini, oltre al persistere delle permanenze nell’occupazione degli ultracinquantenni – fa rilevare l’Istat”.

Il trend positivo sembra persistere anche nel primo periodo dell’anno in corso. Tra gennaio e marzo, le imprese italiane si sono impegnate ad offrire un lavoro a 227mila persone.
In percentuale un’ assunzione su tre é rivolta a giovani con meno di 30 anni.
A mostrarlo sono i dati che emergono dal Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere con il supporto del Ministero del Lavoro, sulla base dei programmi occupazionali forniti delle imprese italiane dell’industria e dei servizi.

Le previsioni del primo trimestre del 2016 segnalano una ripresa della domanda di lavoro da parte delle imprese: “8 disoccupati su 100 – sottolinea l’Istat – potrebbero essere assunti in azienda con un contratto “stabile” (a tempo indeterminato o determinato) o “atipico” (di collaborazione o con partita Iva). E’ il valore più alto dalla fine del 2012. Dopo di allora, le “entrate” programmate sono scese a 6 ogni 100 disoccupati”.

Rispetto ai dati europei l’Italia si colloca fra i Paesi che hanno subito il maggior contraccolpo in fatto di crisi economica.
Se sono soprattuto i giovani e le donne a pagare lo scotto della crisi economica, in generale il mercato del lavoro non vanta ancora un buon grado di stabilità.
Gli imprevisti, anche per coloro che attualmente risultano occupati, sono ancora un’ipotesi concreta.
Il lavoro si annovera fra i settori più bersagliati dalla crisi economica, come si intuisce anche sulle pagine di noilavoro.it , che garantisce un’informazione dettagliata a quanti vogliono seguire da vicino le opportunità e le notizie di settore.

A salvaguardia del proprio futuro può essere utile sottoscrivere un’assicurazione sul lavoro.
Si tratta di polizze specifiche che garantiscono all’assicurato il pagamento di una somma mensile nella malaugurata ipotesi in cui il rapporto di lavoro cessi oppure risulti discontinuo.
La polizza consente di assicurarsi una protezione nel caso di perdita involontaria dell’impiego. L’assicurato può in pratica beneficiare di un’indennità di disoccupazione per un tot numero di giorni e per una cifra specifica, stabilita all’atto di sottoscrizione dell’assicurazione.

Le polizze sulla perdita del lavoro di norma prevedono coperture anche in caso di decesso da infortunio al pari dell’invalidità permanente, indipendentemente dall’attività svolta.