I vantaggi di una farmacia sempre aperta

Com’è cambiato il nostro modo di relazionarci con le farmacie, da semplice punto di ritiro farmaci a strumento potenzialmente in grado di migliorare, e di molto, il nostro stile di vita?

La storia delle farmacie ha inizio in Egitto, all’epoca della XVIII dinastia dei faraoni, tra il 1550 e il 1291 a.C. Tuttavia, il volto delle moderne imprese commerciali farmaceutiche inizia a costruirsi nel 1241, quando Federico II promulga un importante gruppo di Costituzioni che regola le funzioni delle farmacie. Giungendo all’epoca contemporanea, il 16 dicembre 2010 viene emanato il decreto “farmacie di servizi”: si tratta di un decreto che trasforma la concezione stessa della farmacia, finalmente sganciata dalla mera distribuzione e vendita di farmaci, per assegnarle ben altra portata nella missione scientifica della professione farmaceutica.

Qui di seguito abbiamo raccolto la serie di servizi più importanti offerti dalle farmacie di turno Trieste.

 

I SERVIZI DI PRIMO LIVELLO NELLE FARMACIE DI TURNO A TRIESTE

Per decreto ministeriale, i servizi di prima istanza accolgono tutti i test autodiagnostici.

Fanno parte di questi tipi di servizi i test di autoanalisi ematiche e delle urine . Si tratta di test rapidi, semplici e attendibili che permettono di monitorare il proprio stato di salute generale. In aggiunta e a corollario di questi test, oggi è possibile controllare anche l’ INR , l’*International Normalized Ratio, un test necessario per monitorare la fluidità del sangue.

Appartengono a questo primo livello anche i test di ovulazione, gravidanza e menopausa , che misurano i livelli dell’ormone FSA nelle urine.

È fondamentale sottolineare che l’immediatezza dei risultati non va a detrimento del valore scientifico dei risultati che, anzi, sono perfettamente sovrapponibili a quelli ottenuti dalle analisi condotte in laboratorio. È per questo che parlare di farmacia aperta tutti i giorni significa migliorare lo stato di salute generale dei cittadini.

 

I SERVIZI DI SECONDO LIVELLO NELLE FARMACIE DI TRIESTE

I servizi di secondo livello, ampliati e potenziati dal decreto del 2010, fanno riferimento all’uso di dispositivi strumentali per analisi non invasive e di monitoraggio. Si tratta, quindi, di servizi che trasformano le farmacie di nel primo e più immediato presidio sanitario locale.

Basti pensare che, mentre in passato la misurazione della pressione arteriosa si fermava al controllo eseguito in sede, oggi le farmacie mettono a disposizione il servizio di holter pressorio , una procedura diagnostica della durata di 24 ore che, attraverso l’uso di uno sfigmomanometro portatile, consente di misurare la pressione arteriosa di un individuo ogni trenta minuti. Altra importante attività di monitoraggio è quella degli elettrocardiogrammi con modalità di telecardiologia , un servizio che permette di tenere costantemente sotto controllo l’attività cardiaca mediante l’uso di un registratore del segnale ECG che viene trasmesso al Centro di monitoraggio locale. Questo servizio, non solo monitora stabilmente lo stato di salute del paziente, ma riduce i tempi di intervento in caso di pericolo di vita e permette anche una riduzione significativa del periodo di degenza ospedaliero.

Presso le farmacie di Trieste è possibile eseguire anche ulteriori accertamenti, tra cui:

· l’ autospirometria , un’indagine che serve a testare le capacità polmonari, in particolare il volume e la velocità con cui l’aria può essere inspirata o espirata da un soggetto;

· il test col saturimetro , uno strumento elettromedicale transcutaneo a forma di molletta che si applica al dito e che permette di misurare la percentuale di emoglobina satura di ossigeno rispetto alla quantità totale di emoglobina presente nel sangue. Questo semplicissimo test permette di scongiurare lo stato di ipossiemia.

farmacie a trieste

SALUTE E ALIMENTAZIONE: IL BINOMIO DEL BENESSERE

La serie di servizi offerti dalle farmacie è talmente vasta da essere in grado di risolvere problemi grandi e piccoli riscontrabili nella vita quotidiana.

In qualunque momento del giorno e della settimana, basterà recarsi in una farmacia per avere uno *screen completo del campo dei disturbi alimentari e affini . I test in questione sono tutti eseguiti su un campione di capello e permettono di stabilire la presenza di allergie e intolleranze alimentari. Con lo stesso campione sarà possibile eseguire l’ indagine del mineralogramma , che determina il dosaggio di minerali e vitamine presenti nell’organismo, e del biotricotest, un test particolarmente consigliato a chi soffre di disturbi acuti o cronici come disturbi del sonno, mal di testa, difficoltà digestive o dolori articolari perché in grado di restituirci il quadro completo delle reazioni del nostro organismo all’alimentazione. In supporto a questi test prettamente dedicati agli impatti della nutrizione sul nostro corpo, nelle farmacie di Trieste è possibile seguire lo slimtest, un percorso di educazione alimentare che si avvale di un medico responsabile e di un esperto biologo nutrizionista. Il team procederà alla messa a punto di una dieta appositamente pensata per il cliente dopo aver eseguito l’ analisi differenziale della composizione corporea , che permette di conoscere il metabolismo basale totale, l’idratazione e la ritenzione idrica, e un test della disbiosi intestinale, in grado di analizzare il nostro microbiota intestinale e prevenire le cause del gonfiore addominale.

 

IN FARMACIA È PIÙ FACILE PAGARE IL TICKET

Alcune farmacie abilitate di Trieste sono canali di accesso al sistema CUP presso cui prenotare le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, il pagamento delle relative quote di partecipazione alla spesa a carico del cittadino e il ritiro dei relativi referti.

Il luogo della farmacia cambia il suo aspetto, ramifica le sue competenze e per questo potenzia gli orari di apertura permettendo, da un lato, di incontrare le esigenze e le richieste dei propri clienti, dall’altro, di migliorare l’immagine del presidio sanitario locale.

Non ci sono ragioni per non approfittarne.